Dietro le quinte sulla creazione di Dr. Starline

Evan Stanley, attraverso il suo blog personale, ha voluto rispondere alla domanda di un fan e spiegare come ha creato il Dr. Starline. Di seguito, vi traduciamo l’articolo che ha scritto a riguardo, buona lettura.

Yo, avrei qualche domanda sul Character Design del fumetto “IDW Sonic” se non ti dispiace! Quando ha realizzato personaggi come, sai, Dr. Starline o Tangle, quanta libertà creativa avevi? Le abilità dei personaggi sono determinate prima o durante la realizzazione del character design? Se i loro poteri sono determinati in anticipo, riesci a determinare la specie da sola o anche altri hanno la parola su questo fattore? Infine, all’incirca quante versioni hai realizzato prima di arrivare a quella definitiva?

– Messaggio scritto da atatfortatzelwurm

Ciao! Certo, posso provare a rispondere alle tue domande!

Prima di tutto, vorrei precisare che fino a ora ho progetto solo Starline e Whisper per IDW ma non Tangle, per quest’ultima è stato Tyson Hesse. Nella mia esperienza con i libri di Sonic, ho sempre lavorato con uno o due editor e Ian Flynn come scrittore (o io come scrittrice, ma sono sempre stata in contatto con Ian per cercare di non rovinare i suoi piani futuri per il mondo). Il materiale con cui lavoro è in grado di spaziare da un corto bio-blurb, a un design approssimativo fino ad arrivare a un foglio di riferimento (disegnato interamente da Ian, l’editor, o Aleah Baker, moglie e collaboratrice di Flyn). Quasi sempre contengono alcuni punti chiave:

  • Nome del personaggio, approccio, età e la sua specie
  • Il loro ruolo immediato nella storia (di solito senza backstory)
  • Una descrizione approssimativa della loro personalità
  • Le loro abilità e altri requisiti speciali (come il guanto di Starline che include il Warp Topaz, o la variabilità del Whispon di Whisper)

Oltre a questo, sono lasciata ai miei strumenti personali per prendere materiale d’ ispirazione e iniziare a sgrossare le cose. Prendo ispirazione non solo da media di Sonic preesistenti, ma da qualsiasi fonte che mi sembra interessante.

Di solito faccio un passaggio iniziale in cui l’invio, poi tutti quelli coinvolti ci spendano sopra qualche parola e io divido il progetto in poche varianti, combinando e includendo quante più idee possibili. Dopo di che, ci riuniamo e prendiamo quelli che ci piacciono, mescolando insieme alcune caratteristiche. Dopo una o due volte viene fuori qualcosa di buono, quindi mandiamo il risultato a SEGA e al Sonic Team per vedere cosa ne pensano. Ci danno, cosi, alcune dritte per alcuni cambiamenti cosi da renderli coerenti con il mondo e per non infrangere le loro preferenze di design. Una volta applicati gli aggiustamenti, creo un foglio di riferimento dettagliato e siamo pronti a partire!

Ecco come ho fatto con Starline:

FASE 0: Raccolta dei riferimenti! Quella che vedete qui sotto è la scheda d’ispirazione per Sonic. Ho anche preso elementi dal mondo reale e da altri media di Sonic.

FASE 1: Il primo passo! Stavo cercando qualcosa nello stile da scienziato pazzo, ma non sapevo che fosse più sulla tipologia degli psicologi. Durante questa fase, stavo buttando tutti gli “spaghetti al muro” (espressione inglese per dire che provava e riprovava per vedere se quello che faceva funzionava, altrimenti lo scartava).

FASE 2-3: Diversificare! Dopo essermi consultata con il team, ho fatto un passo indietro verso le normali proporzioni di Sonic he ho realizzato varie varianti che enfatizzano alcuni elementi della sua personalità. Ho creato pagine e pagine di bozzetti che hanno portato alle immagini sottostanti. Nota che ho etichettato tutto chiaramente, quindi possiamo discuterne via email.

(La terza versione consiste in combinazioni differenti e palete di colori, che ho testate insieme a Eggman. La versione 1C in basso è la mio preferita di questo passaggio, ma non si adatta molto a Starline per come lo conosciamo nei libri).

FASE 4: Rifocalizzazione! Dopo aver realizzato il disegno sopra mostrato e con nessuno che lo aveva realmente approvato, ho fatto qualche passo indietro e ho preso un po’ di energia dall’originale per i design successivi. A questo punto conoscevo anche meglio il personaggio, e sapevo come mi piaceva disegnarlo. Come puoi vedere, il risultato in basso è molto vicino!

Oh, i ragazzi di SEGA mi hanno dato qualche consiglio nelle fasi 2 e 3 che, dopo, hanno portato alla versione qui in basso. Potete tranquillamente vedere i loro suggerimenti elencati nello schizzo: carnagione pallida, corporatura magra / alta, oggetti da intellettuale e un guanto più elegante. Mi sono resa conto che questi aggiustamenti stavano riportando alla prima fase, quindi mi sono basata sul mio istinto e mi sono ispirata a quello.

(Qui è quando ha ottenuto uno stile molto da Benjamin Franklin e Jareth the Goblin King. Una cosa molto importante.)

FASE 5: Pulizia! SEGA mi ha dato alcuni aggiustamenti minori su cosa e non cosa fare per migliorare il design, mi sono poi data alcuni miglioramenti per conto mio. In teoria avrebbe dovuto avere degli stivaletti a zigzag ma erano un inferno da disegnare, cosi ne ho realizzati di nuovi all’ultimo secondo. Inoltre, ho sistemato qualcosa nei colori delle sue cose e ho nuovamente inserito la striscia sui capelli.

L’intero processo può richiedere diverso tempo, con cose che vengono rimbalzate per diverse volte. I miei ultimi disegni hanno attraversato 4 o 5 interazioni, anche se certi elementi potevano attirare più attenzione di altri. Mi piace scegliere alcune caratteristiche che non vengono modificate ad ogni giro, in questo modo il design rimane focalizzato.

A volte riesco perfino ad avere qualche input sulla storia e la personalità del personaggio, a seconda di come lo disegno. Questo succede solitamente mentre stiamo studiando le soluzioni di design. Whisper è un ottimo esempio per questo: nel prompt del disegno, non aveva affatto una maschera. Questa è una cosa che ho aggiunto come un opzione per i costumi e a Ian, cosi anche a me, è venuta l’idea che fosse uno strumento che utilizzava insieme al suo “Varibale Whispon”. Questa è diventata una cosa una parte importante di come si esprime, diventando emblematico per il personaggio.

Spero che tutto questo abbia aiutato!